IL MARE

Cernia

Il mare di San Giorgio è caratterizzato da acqua cristallina e fondali meravigliosi. Il fondale marino è costituito da ghiaia fine in prossimità della costa e sabbia più in lontananza. La fauna marina è molto varia. Tra rocce e anfratti possiamo trovare specie tipiche di questi habitat come “Murena helena”, la “bavosa”, il “ghiozzo”, il “grongo” e la “cernia bruna” (Epinephelus marginatus).

Occhiate

Illuminano la sabbia con colori vivaci la “Donzella pavonina” (Thalassoma pavo), la “donzella” (Coris jlulis) e il “tordo pavone” (Simphodus tinca). La vera regina del mare di San Giorgio è l’occhiata (Oblada melanura), presente in gran numero e osservabile pure senza maschera grazie al mare limpido, così come il “latterino”.

Salpe

Illuminano la sabbia con colori vivaci la “Donzella pavonina” (Thalassoma pavo), la “donzella” (Coris jlulis) e il “tordo pavone” (Simphodus tinca). La vera regina del mare di San Giorgio è l’occhiata (Oblada melanura), presente in gran numero e osservabile pure senza maschera grazie al mare limpido, così come il “latterino”.

Posidonia

Tra i cespugli di posidonia si nascondono specie “Chromis chromis” (castagnola) e la “mormora”. Nuotano nei nostri mari diverse specie di “saraghi”: il “sarago fasciato” Diplodus vulgaris, il “sarago maggiore” (Diplodus sargus), il “sarago sparaglione” (Diplodus anularis). Spicca con la sua velocità il “Belone belone”. Sono presenti anche la “Sarpa salpa” e il “cefalo” (Mugil cephalus). Meraviglioso con le sue forme particolari il “pesce rondine” (Dactylopterus volitans). E’ presente qualche piccola specie di granchio come il “Percnon gibbesi” noto anche come “corridore atlantico”. Il termometro di un mare salutare è la presenza della “Posidonia oceanica”, una pianta acquatica, endemica del Mar Mediterraneo. Essa forma verdi praterie sottomarine in acque poco profonde (fino ad un massimo di 40 mt di profondità), in presenza di fondali sabbiosi.